android logo
logo (2)
applelogo
logo-salvaunagnello[3]
man
man
logo postorino
banner[1]
Giornale radio 19.30
Giornale radio 12.30
news
Notizie

28/01/2014, 12:27

Ilva, contratti, inquinamento



Ilva:-si-tratta-su-rinnovo-contratti-solidarieta’


 (AGI) - Taranto, 28 gen. - Va verso lo snodo finale la trattativa per il rinnovo dei contratti di solidarietá nell’Ilva di Taranto. Ipotizzata una loro proroga per il 2014 per circa 3.500 lavoratori.



(AGI) - Taranto, 28 gen. - Va verso lo snodo finale la trattativa per il rinnovo dei contratti di solidarietá nell’Ilva di Taranto. Ipotizzata una loro proroga per il 2014 per circa 3.500 lavoratori. Oltretutto, questo e’ anche l’anno in cui dovrebbe partire la maggior parte dei cantieri per i lavori dell’Aia, compreso il rifacimento dell’altoforno 5, il piu’ grande d’Europa. Gli incontri tra le Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) e l’azienda hanno sostanzialmente chiuso la prima parte del confronto, quella relativa alle singole aree del siderurgico. Adesso tocchera’ alle segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm e all’azienda tracciare un bilancio in vista dell’incontro al ministero del Lavoro non ancora fissato.
  L’anno scorso l’accordo sui contratti di solidarieta’, in alternativa alla cassa integrazione straordinaria, fu firmato a metá marzo con numeri ridimensionati rispetto a quelli annunciati per la "cassa", e successivamente rivisto, con un ulteriore taglio dei numeri, a giugno. Di fatto, osservano i sindacati, nel 2013 l’utilizzazione della "solidarieta’" , a fronte dei circa 3.600 previsti, non ha riguardato piu’ di 1.100 addetti essendoci anche ferie arretrate da smaltire. La stessa Ilva, nel bilancio giugno-settembre 2013, ha cosi’ rendicontato l’uso degli ammortizzatori sociali a Taranto: 529.076 ore di contratti di solidarieta’, pari a 827 unita’ e 7,887 milioni di ore lavorabili con percentuale di utilizzo del 7 per cento, riduzione del 32,9 per cento.
  "Quest’anno la trattativa sulla solidarieta’ all’Ilva - dichiara Cosimo Panarelli, coordinatore nazionale Fim Cisl per l’Ilva - si misura con due problemi nuovi. Il primo e’ la situazione di Genova, dove a fine settembre l’accordo e’ stato rinnovato per il quarto anno e nel frattempo gli esuberi sono anche aumentati. Il secondo, invece, e’ la decurtazione salariale del 10 per cento che, per effetto della Legge di Stabilita’, i lavoratori in solidarieta subiranno nel 2014 in quanto si e’ dimezzata l’integrazione dello Stato. All’Ilva di Taranto la solidarieta’ ha permesso di gestire la situazione occupazionale senza gravi contraccolpi e quindi ora chiediamo al governatore Nichi Vendola di comportarsi come le altre Regioni, promuovendo una legge a sostegno dei contratti di solidarieta’ tale da consentire il recupero del taglio del 10 per cento". Ambienti sindacali e industriali di Taranto sono intanto in attesa del via libera della Camera al decreto legge sull’Ilva in quanto lo ritengono un provvedimento in grado di porre su basi solide il risanamento dello stabilimento siderurgico. Nei giorni scorsi, infatti, ci sono state diverse prese di posizioni favorevoli al decreto da parte di sindacati, Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, che hanno messo in evidenza sia la novita’ della soluzione finanziaria, relativamente all’aumento di capitale finalizzato alla bonifica, sia l’introduzione degli screening sanitari per la popolazione che vive nelle aree soggette a inquinamento.


1
ricerca news:
Le più lette

OPERAZIONE RESET
serena1[1]
banner[1]
SEGNALA LA NOTIZIA! Se vuoi segnalarci una notizia che riguarda la tua città, puoi mandarci una mail dalla sezione CONTATTI. Sarà inserita nei GR e sul nostro blog.
Scarica GRATIS il best seller che cambierà il vostro modo di mangiare!
the_china_study
torna su
Create a website