android logo
logo (2)
applelogo
logo-salvaunagnello[3]
man
man
logo postorino
banner[1]
Giornale radio 19.30
Giornale radio 12.30
news
Notizie

24/07/2014, 17:57

Palagiano, agricoltura



Open-Doors-To-Art-Primo-talk-pubblico-con-i-cittadini-sul-progetto-Palagiano,-25-luglio-2014


 <div style="font-family: ’Times New Roman’; font-size: 16px; color: rgb(0, 0, 0); text-align: start;">L’associazione culturale Start, in seguito alla vittoria del bando d’idee Principi Attivi 2012 del



L’associazione culturale Start, in seguito alla vittoria del bando d’idee Principi Attivi 2012 della Regione Puglia, è promotrice del progetto "Open Doors To Art". L’arte contemporanea nei luoghi del quotidiano. L’associazione, costituita da Manuela Goffredo, Maria Rosaria Goffredo e Lorenzo Madaro, dal mese di settembre 2014 proporrà un progetto di residenze d’artista a Palagiano, a stretto contatto con i luoghi del quotidiano dei cittadini. Durante la residenza gli artisti coinvolti, selezionati con apposito bando di idee on line suwww.associazionestartart.it, produrranno delle installazioni ’site specific’ nel contesto urbano.
La ’mission’ è il confronto e il dialogo tra i linguaggi dell’arte contemporanea e la vita quotidiana dei non addetti ai lavori, potenziali fruitori e protagonisti di un dialogo a più voci, che coinvolgerà anche autorevoli curatori, critici d’arte, musei e istituzioni culturali di respiro nazionale e non solo.
 Di tutto questo si parlerà venerdì 25 luglio alle ore 20,30 in piazza Vittorio Veneto a Palagiano; interverranno, insieme ai cittadini di Palagiano, Antonio Gaetano Tarasco (sindaco di Palagiano), Mariagrazia Mellone (consigliere comunale di Palagiano con delega alla cultura), Tommaso Massimo Gigliobianco (fiduciario Slow Food Mare e Gravine), Antonio Basile (docente di antropologia culturale all’Accademia di Belle Arti di Lecce), Lia De Venere (critica d’arte e curatrice).
"Open Doors To Art" è un progetto di residenze artistiche che mira, attraverso il confronto di artisti nazionali sui linguaggi dell’arte contemporanea, alla rivitalizzazione e promozione di Palagiano e dell’l’intero arco ionico tarantino.
Gli spazi messi in luce dal progetto saranno le case dei cittadini e gli spazi pubblici.
Le abitazioni private saranno i luoghi di accoglienza degli artisti nazionali e gli spazi urbani saranno le location in cui saranno concepite le opere d’arte realizzate durante il loro periodo di permanenza.  
L’artista è chiamato a vivere il territorio, a dialogare con esso e con gli abitanti, a confrontarsi con le tradizioni locali e con le vicende quotidiane dei cittadini. Dalle interazioni e dagli scambi che ne scaturiranno, per mezzo del loro linguaggio artistico, si darà vita ad una nuova visione e lettura dello spazio urbano che si estenderà, di conseguenza, all’intero patrimonio storico e culturale. Le nuove opere realizzate si costituiranno quale nuovo bene culturale, che andrà ad arricchire e dialogare con quello esistente.
"Open Doors To Art"  è un’operazione culturale che vuole creare nuove prospettive e relazioni, saldare legami e senso di appartenenza al proprio territorio, per una nuova conoscenza di se stessi e un’apertura al pensiero e al linguaggio artistico della stretta attualità.
Il progetto prevede tre fasi di azioni: un comitato cittadino promuoverà l’iniziativa e sensibilizzerà la cittadinanza; verrà bandito un concorso nazionale di idee per tre artisti under 45e con il supporto di una giuria di respiro nazionale (direttori di museo, artisti, curatori e associazioni di settore) verranno selezionati quattro artisti e tra questi sarà premiato un progetto installativo e il suo autore sarà invitato a ordinare una mostra personale con progetti, fotografie ed eventualmente video relativi alla sua residenza in un box espositivo della Fondazione Museo Pino Pascali a Polignano a Mare, ad oggi l’unico contenitore pugliese legato al contemporaneo di respiro internazionale; convivenza degli artisti a Palagiano. Il periodo di soggiorno prevederà tre fasi distinte in un tempo complessivo di tre settimane, dal 15 settembre al 5 ottobre 2014: conoscenza e ambientazione; elaborazione e produzione dell’opera; presentazione al pubblico dei progetti artistici per una durata di circa due mesi.
Durante il periodo di permanenza degli artisti saranno organizzate diverse manifestazioni di interesse quali conferenze stampa, incontri con il pubblico, con le scuole e laboratori didattici.
La convivenza di artisti provenienti da diverse località e con linguaggi artistici eterogenei, favorirà un intenso fermento culturale: Palagiano diventerà così un luogo di incontro, di scambio e di crescita per tutti.
Le opere d’arte realizzate dagli artisti saranno offerte mediante un contratto di comodato d’uso con il Comune e faranno di Palagiano un museo d’arte contemporanea a cielo aperto.
Palagiano potrà diventare una fucina di innovazione culturale e un punto nevralgico della provincia tarantina all’interno del sistema dell’arte contemporanea italiano, sensibilizzando le dinamiche culturali dei centri limitrofi.
"Open Doors To Art", oltre ad uno sviluppo sociale e culturale, si pone l’obiettivo di promuovere un nuovo sviluppo economico del territorio, alternativo all’economia del paese, basata prevalentemente su una produzione agricola, che soffre della crisi nazionale di settore.


1
ricerca news:
Le più lette

OPERAZIONE RESET
serena1[1]
banner[1]
SEGNALA LA NOTIZIA! Se vuoi segnalarci una notizia che riguarda la tua città, puoi mandarci una mail dalla sezione CONTATTI. Sarà inserita nei GR e sul nostro blog.
Scarica GRATIS il best seller che cambierà il vostro modo di mangiare!
the_china_study
torna su
Create a website